Come risparmiare sull'assicurazione Rc auto per neopatentati

Come risparmiare sull'assicurazione Rc auto per neopatentati

Una volta per gli automobilisti più giovani, e soprattutto per i neopatentati, l'assicurazione Rc auto aveva un prezzo proibitivo perché la legge imponeva a chi assicurava un veicolo per la prima volta di partire dalla 14^ classe di merito, una delle più costose. Dal 2007 con l'introduzione della Legge Bersani è cambiato un po' tutto e anche i conducenti più giovani hanno potuto stipulare la polizza di responsabilità civile senza subire un salasso economico.

La Legge Bersani permette infatti di sottoscrivere un'assicurazione Rc auto ereditando la classe di merito assicurativa di un proprio familiare convivente, per esempio del padre o della madre. Ci sono però dei requisiti da rispettare: per accedere ai benefici di questa legge è necessario per esempio che il veicolo da assicurare sia stato appena acquistato, nuovo o usato non fa differenza, e debba quindi essere assicurato ex novo. È inoltre indispensabile che il trasferimento di classe di merito avvenga solo tra mezzi della stessa tipologia, quindi auto con auto e moto con moto, non sono previste eccezioni. Infine il veicolo acquistato non dev'essere mai appartenuto a uno dei membri del nucleo familiare ancora in vita: questo per evitare passaggi di proprietà 'di comodo' allo scopo di pagare una tariffa più bassa senza averne diritto.

Certamente la Legge Bersani è di gran lunga la misura più utilizzata dai neopatentati per risparmiare sulla Rc auto, oltre che la più popolare, ma non l'unica. Non va infatti dimenticato il Patto per i Giovani, sottoscritto qualche anno fa da Ania, Polizia Stradale e da numerose associazioni dei consumatori, che premia i comportamenti responsabili alla guida con l'offerta di polizze a tariffa speciale per gli assicurati di età compresa tra i 18 ed i 26 anni. Ovviamente il beneficio economico è subordinato al rispetto di specifici obblighi comportamentali, che possono variare da compagnia a compagnia, atti a ridurre il rischio di provocare incidenti stradali.