Bollo auto 2019: normativa, sconti ed esenzioni

Bollo auto 2019: normativa, sconti ed esenzioni

Con l’anno nuovo si torna a parlare, oltre che di assicurazioni auto, di bollo auto, passaggio obbligato per i proprietari di un veicolo registrato al PRA, che ogni 12 mesi sono tenuti, secondo scadenze che dipendono dalla data della prima immatricolazione, a versare questa tassa gestita prevalentemente a livello regionale, fatta eccezione per Friuli Venezia Giulia, Sardegna e le province di Trento e Bolzano.

Ricapitoliamo le norme da seguire per essere in regola e le novità per il bollo auto 2019. L’importo del bollo auto dipende principalmente da tre fattori: la Regione in cui si risiede, la potenza del motore e la classe ambientale del veicolo. Più precisamente vengono moltiplicati i kW per un importo che varia in base alla classe ambientale di appartenenza e al risultato si somma l’addizionale regionale. Anche per quanto riguarda i ciclomotori e le Minicar con cilindrata fino a 50 cc è prevista una tassa di circolazione annuale. Fa eccezione Regione Lombardia, che dal 2014 prevede l’esenzione per questa categoria di veicoli.

Per verificare i termini di scadenza del bollo e l’importo da pagare è possibile consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate oppure il sito dell’ACI, mentre per effettuare il pagamento esistono più possibilità. Si può fare tutto on line, tramite il sito dell’ACI ad esempio, o via Internet Banking se si ha il conto in una banca abilitata al servizio.

Ci si può rivolgere all’Ufficio Postale, alle tabaccherie abilitate, agli sportelli ACI. È importante procedere al pagamento entro i tempi indicati per non fare scattare sanzioni e interessi di mora. Sono esenti dal pagamento del bollo auto i disabili ai sensi della legge 104/1992. I proprietari di auto elettriche sono esentati dal pagamento della tassa per i primi cinque anni, passati i quali è la Regione di appartenenza a stabilire l’esenzione oppure l’ammontare del bollo. Per le auto ibride le condizioni di esenzione vengono stabilite su base regionale. La legge di Bilancio 2019 introduce uno sconto del 50% sulla tassa automobilistica per i veicoli di interesse storico tra i 20 e i 29 anni di età e iscritti all’apposito registro.