Pejus

Il pejus è una penalità applicata dalla compagnie di assicurazioni nel ramo Rc auto che si contrappone per funzionamento al sistema Bonus/Malus. Si sostanzia nell’aumento del premio assicurativo in percentuale fissa, che può variare dal 15% al 25% in base al numero di sinistri gravanti sul cliente, che consente di prevedere il peso economico della maggiorazione e di conoscere in anticipo l’importo che verrà aggiunto al premio a titolo di penalizzazione.

Il pejus è una formula tariffaria ancora molto utilizzata per l’assicurazione autocarro ed estremamente conveniente se a stipulare la polizza per la responsabilità civile sono le imprese. Il vantaggio del pejus rispetto al Bonus/Malus infatti, è che permette di pianificare il costo dell’Rca di anno in anno, e di accantonare eventualmente le somme utili a coprire gli aumenti di premio.

Come per il sistema Bonus/Malus il Pejus viene applicato al termine del periodo di osservazione, cioè di quell’intervallo di tempo utilizzato dalla compagnia per determinare la classe di merito del cliente, e che può avere una durata di 10 mesi per i nuovi assicurati e di 12 mesi per i già clienti che hanno provveduto al rinnovo dell’Rca.

L’applicazione del Pejus tuttavia è svincolata dal sistema delle classi di merito, perché come anticipato non segue il sistema Bonus/Malus inerente la maggior parte delle assicurazioni sui veicoli a motore.

Nel sistema Bonus Malus, se al termine del periodo di osservazione l’assicurato ha provocato un incidente, subirà l’applicazione del Malus e dovrà retrocedere di due classi di merito. La conseguenza sarà l’aumento del premio, ma il cliente non potrà conoscerne l’importo fino al rinnovo. Il pejus invece consente di organizzare le spese aziendali conoscendo in anticipo i possibili aumenti, per questo nonostante sia diventato facoltativo con l’entrata in vigore del Decreto Bersani, è una formula ancora attuale e utile per L’Rca aziendale.