Condizioni speciali

I contratti possono contenere condizioni generali e condizioni speciali, le ultime si presentano come espressamente dichiarate “particolari” rispetto alle prime. I contratti assicurativi non fanno eccezione: presentano un contenuto principale, delle clausole generali non inserite nel documento, ma comunque facenti parte dell’accordo di polizza, e delle condizioni speciali inserite generalmente come allegato finale del contratto, ma non per questo meno rilevanti.

Le condizioni speciali di assicurazione sono clausole che possono ampliare o limitare il contenuto delle condizioni generali, e di conseguenza, i diritti vantati dal cliente nei confronti della compagnia assicurativa. Per questo motivo vanno lette con attenzione prima di sottoscrivere il contratto.

Le condizioni speciali possono corrispondere infatti a norme franchigia relativa, assoluta o scoperto, che riducono nelle assicurazioni auto l’indennizzo a favore del cliente in caso di sinistro in base alle percentuali o all’importo indicato. Possono sostanziarsi in clausole speciali sulla classe di merito delle auto assicurate per la prima volta, sul rinnovo del contratto e, non di meno, sulle esclusioni del risarcimento (le esclusioni sono contemplate in genere nelle condizioni generali e richiamate nelle speciali).

E’ importante sapere che le condizioni speciali derogano alle condizioni generali soltanto se richiamate in polizza, e in quanto particolari rispetto alle prime, se presenti, prevalgono sulle stesse.