Assicurazioni plurime

Si parla di assicurazione plurima nel caso in cui una persona decida di stipulare diversi contratti assicurativi. Le diverse polizze in questo caso vengono stipulate presso diverse compagnie e vanno a coprire lo stesso rischio. Si pensi ad esempio a un'assicurazione plurima sulla propria abitazione che protegga dal furto.

La legge prevede, in ogni caso, che l'assicurazione plurima venga dichiarata espressamente nella polizza assicurata, l'eventuale omissione della sua presenza va ad annullare direttamente la copertura assicurativa. In genere, con un'assicurazione plurima l'assicurato va a proteggere un bene specifico del proprio patrimonio contro uno specifico incidente o danno. Ecco perché, di solito, l'assicurazione plurima copre la propria abitazione contro il furto, oppure la propria automobile contro l'incendio.

Tuttavia, l'assicurazione plurima può anche, eventualmente, coprire l'intero patrimonio di una persona o anche la persona stessa. Nel caso di una polizza plurima che tuteli un oggetto si parla di assicurazione di cose, se invece si va a tutelare un patrimonio, l'assicurazione è del patrimonio o anche di spese, se si va a proteggere la persona si parla di polizze contro i danni alla persona stessa.

Si pensi all'assicurazione contro il furto per un'automobile, all'assicurazione di responsabilità civile nel caso di un patrimonio o a un'assicurazione infortuni sulla persona. Infine, le polizze contro i danni, fatta eccezione per quelle che proteggono dai danni alla persona, ovvero un'assicurazione infortuni o un'assicurazione contro invalidità da malattia, si basano sul principio indennitario.